1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.50 (1 Vote)

Mi chiamo Luigi Iovino, nato a Napoli il 6.12.54 da Carlo e de Mauro Maria, dall'81 sposato con Lucia Leone, ho 3 figli, Carlo, Salvatore e Raffaele, ora maggiorenni. Dopo le scuole dell'obbligo, ho lavorato e studiato, intrapreso attività sportive e artigianali, prima come operaio poi come imprenditore fino ai primi anni '90, poi, grazie a un cognato esperto nella intermediazione immobiliare, iniziai la nuova esperienza. Intanto, con i figli, cresceva l'esigenza di una casa più grande e, dopo aver prenotato un appartamento con giardino e posto auto costruendo in Via Strettola a Casalnuovo (NA), non potendo sospettare quanto la truffa e la violenza stava per cambiare la nostra vita, il 23.07.93 stipulammo il preliminare a Napoli, Corso Vittorio Emanuele 130, poi vendemmo la casetta di mia moglie in via Zara (NA) con patto di consegnarla entro la fine del 1994, quando ci saremmo trasferiti nella nuova.

 Italia-2014---Il-film-di-una-vita 

Per il colmo dei colmi, l'operazione pareva sicura perchè i terreni sui quali costruiva la  S.p.A. Del Vecchio Costruzioni (controllata dall'Ing. Corrado Ferlaino e  amministrata dall'allora moglie Patrizia Boldoni, ancora oggi complice e coindagata con l'ex marito e  altri per associazione per delinquere per reati secondo me collegati a quelli quì denunciati) erano di un ente di culto controllato dalla Curia di Napoli e tutto procedeva "alla luce del sole" ma poi, da allora, ad avvantaggiarsi della truffa, con i  coniugi Ferlaino/Boldoni (e quanti li hanno coadiuvati e li proteggono) sono state proprio l'Arciconfraternita dei Pellegrini e le Opere di Religione della Curia di Napoli.

I nuovi reati contestati alla coppia da P.M. della Sezione Fiscale della Procura di Napoli (maxifrode fiscale e associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di capitali tramite esterovestizione fittizia di beni in paradisi fiscali) su denuncia della Magistratura elvetica per i reati economici, non li avrebbero potuti realizzare senza l'aggiramento dell'obbligatorietà dell'azione penale di magistrati che gli hanno assicurato la protezione dagli arresti rispetto alle mie denunce. Come pure e certo che una grossa parte dei capitali occultati proviene dalla vendita delle 288 unità immobiliari abusive del parco delle Ginestre di via Strettola e di aree demaniali (la cui vendita è vietata e causa di nullità degli atti) del demanio comunale.Purtroppo, almeno fino ad ora, sebbene anche tramite il mio legale Avv.to Raffaele Leone (del Foro di Napoli) mi sono più volte offerto al Dott. Piscitelli come persona informata dei fatti, ha rifiutato di ascoltarmi nonostante sia in grado di documentare, come faccio quì, come la provenienza di buona parte dei capitali illecitamente accumulati dai Ferlaino/Boldoni, (oltre 50 milioni di Euro) deriva dalla truffa a via Strettola, alla mia e ad ad oltre 100 famiglie, e all'Amministrazione Pubblica di Casalnuovo. Collegamento diretto l'acquisizione della S.P.A. Del Vecchio Costruzioni da parte della FESBO S.A. (Società Anonima Lussemburghese) e altri passaggi in paradisi fiscali il cui scopo era far risultare di proprietà di un trust di nome "King" (intestato ai figli della coppia) i possedimenti dei due in Italia, attività realizzate per togliere  a noi creditori, truffati con le case abusive del parco delle Ginestre e al fisco ogni possibilità di ristoro.

 Oggi, con alle spalle 20 anni di lotta e studio dei veri motivi di truffe, minacce, sviamenti e aggressioni giudiziarie , estorsioni lasciate inindagate, avendo sempre meno fiducia nella magistratura e nelle istituzioni, ho scelto la strada del Public Reporting per mostrare quanti reati, senza collusione alla corruzione di uomini deviato dello Stato, non era possibile consolidare.

Condividi questa pagina, grazie!

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

 

Partecipa, esprimi il tuo parere su questa vicenda.

Anche tu Vittima di Malagiustizia? Unisciti a noi! L'unione fa la forza!

banner facciamo due conti