1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Foto-gruppo-su-FB

 

Il Comitato Spontaneo Cittadini Contro la Malagiustizia è nato, dopo che diversi di noi avevano già mantenuto, negli anni precedenti contatti via Internet e per e-mail, a Piazza Montecitorio, dove ci siamo riuniti in circa 40 persone, da diverse città d'Italia, per chiedere alla politica, preso atto delle situazioni che denunciamo, di criminalità nel giudiziario posta in essere da personale di Giustizia, con modalità del tutto identiche in ogni parte d'Italia, di aiutarci a porre il problema non più come problema di singola persona, famiglia o azienda, ma come "fenomeno sociale allarmente" capace nel suo insieme di destabilizzare il paese.

Il silenzio che è seguito fino ad ora ci ha solo confermato che anche la classe politica è corrotta e che, per legittima difesa, dobbiamo diventare noi "forza sociale" dirompente e pretendere l'ascolto che finora ci è mancato.

Ad oggi, grazie alle manifestazioni, ai convegni, agli interventi in occasione di eventi pubblici con a tema la Giustizia e la Responsabilità Civile dei Magistrati, all'attività su fb, alle trasmissioni tematiche su Radio Diritti Negati di e con Pino Zarrilli e ospiti in diretta ogni 2 giovedì, contiamo più di 500 iscritti e cresciamo ogni giorno.

Per comunicazioni, iscrizioni e informazioni:

Inaugurazione Anno giudiziario 2014

Intervento di Pino Zarrilli presso la Corte di Appello C/o il Tribunale di Firenze

A

 

Condividi questa pagina, grazie!

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

 

Partecipa, esprimi il tuo parere su questa vicenda.

Anche tu Vittima di Malagiustizia? Unisciti a noi! L'unione fa la forza!

banner facciamo due conti

Perché questo sito?

Oltre la necessità di denuncia, spero che diffondere e documentare cosa mi sta accadendo nei Tribunali italiani possa evitare ad altri di diventare vittima dei criminali del giudiziario continua...

Autorità informate

Questa sezione potrei chiamarla "della vergogna nazionale": scopri le autorità che hanno mantenuto il silenzio complice su comportamenti criminali costruttori abusivi, ma anche di professionisti iscritti agli albi, di notai, di avvocati, C.T.U. e magistrati deviati, dal 1990 a oggi.

Media

Questa è la sezione dei coraggiosi! Quì evidenzio articoli e interviste audio/video di giornalisti che hanno sentito il dovere civico di interessarsi al mio caso. Scopri quali media hanno fin'ora supportato le mie denunce. Contattami.

Reati in corso

Omissioni, sviamento, elusione, silenzio, inerzia amministrativa e immobilità giudiziaria sono i reati preferiti dai dipendenti e Amministratori Pubblici, avvocati, C.T.U. e Magistrati, non aiutarli anche tu!