1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.00 (1 Vote)

Cliccando sulla foto potrete leggere da una immagine più grande!

Ho appreso oggi della decisione del magistrato Diego Marmo, irrefrenabile accusatore di Enzo Tortora, e, almeno moralmente con altri , suo carnefice, di chiedere scusa ai familiari di Enzo, peccato per i 30 anni di ritardo.

Alla società il dovere di evitare che altri magistrati accumulino tanto ritardo per chiedere scusa alle proprie vittime.

Enzo-Tortora-vittima-di-malagiustizia-mini

Articoli collegati:

Senatrice Francesca Scopelliti - 26.10.2010 - Cosa penso dei magistrati che si sono accaniti su Enzo e cosa penso sui mali della magistratura

Francesca Scopelliti, compagna degli ultimi anni di vita di Enzo Tortora: Scuse dell'ex P.M. Diego Marmo? Inaccettabili!

Responsabilità civile diretta dei magistrati, si riapra la discussione a livello popolare! - Se, come parenti delle vittime vi porgessero le scuse dopo 30 anni, vi basterebbero?

Condividi questa pagina, grazie!

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

 

Partecipa, esprimi il tuo parere su questa vicenda.

Anche tu Vittima di Malagiustizia? Unisciti a noi! L'unione fa la forza!

banner facciamo due conti

Perché questo sito?

Oltre la necessità di denuncia, spero che diffondere e documentare cosa mi sta accadendo nei Tribunali italiani possa evitare ad altri di diventare vittima dei criminali del giudiziario continua...

Autorità informate

Questa sezione potrei chiamarla "della vergogna nazionale": scopri le autorità che hanno mantenuto il silenzio complice su comportamenti criminali costruttori abusivi, ma anche di professionisti iscritti agli albi, di notai, di avvocati, C.T.U. e magistrati deviati, dal 1990 a oggi.

Media

Questa è la sezione dei coraggiosi! Quì evidenzio articoli e interviste audio/video di giornalisti che hanno sentito il dovere civico di interessarsi al mio caso. Scopri quali media hanno fin'ora supportato le mie denunce. Contattami.

Reati in corso

Omissioni, sviamento, elusione, silenzio, inerzia amministrativa e immobilità giudiziaria sono i reati preferiti dai dipendenti e Amministratori Pubblici, avvocati, C.T.U. e Magistrati, non aiutarli anche tu!